Furniture

Il gilet: regole per indossare il panciotto perfetto

gilet elegante

Un accessorio stiloso, un tocco che impreziosisce un look elegante, ma anche un outifut casual. Sempre più scelto, sempre più indossato: oggi parliamo del gilet e dei possibili abbinamenti di questo particolare capo di vestiario maschile.

Gilet uomo

Gilet: origini e modi d’uso

La storia del gilet comincia lontano e indietro nel tempo, esattamente nella Francia del Re Sole. Alla corte di Luigi XIV lo stile era di casa: la quotidianità era vissuta in costume ed ogni occasione era buona per indossare abiti completi di ogni accessorio. Da Versailles si dettava la moda che poi si diffondeva in tutto il paese e oltre i confini nazionali. L’abito francese originale per eccellenza era composto originariamente da giacca, gilet e pantaloni attillati fino al ginocchio. Il primo prototipo di gilet era lungo e con maniche incluse per contrastare il pungente freddo e offrire comodità a chiunque lo indossasse. Nel tempo e con i successivi re, il gilet ha assunto la forma moderna che conosciamo oggi.

Il gilet risponde ad un’esigenza prima di tutto pratica: doveva coprire le bretelle e permettere di riporre l’orologio a cipolla nel taschino. Nella versione moderna, il gilet deve coprire la vita di chi lo indossa, compresa la cintura dei pantaloni. Nelle diverse epoche si sono susseguite una serie di versioni diverse del gilet, fino a farlo diventare un accessorio indispensabile del guardaroba maschile.

E come ogni accessorio ha le sue regole per essere indossato e soprattutto abbinato: scopriamole insieme!

Gilet da uomo

Come indossare il gilet: regole di stile

  1. Prima di tutto il gilet va indossato sopra una camicia aderente che deve essere necessariamente infilata nei pantaloni: vietate fuoriuscite di tessuto e sbuffi
  2. Come per ogni indumento, anche il gilet va scelto nel giusto fit: vestibilità che non stringa e non stia larga, per potersi muovere in libertà ed evitare inestetici rigonfiamenti. Il gilet giusto è quello che si adatta al corpo conferendo un aspetto lineare
  3. Come già detto, il gilet deve arrivare a coprire la vita all’altezza della cintura nella parte frontale. Le parti laterali e il retro possono essere più corti. I gilet troppo lunghi rischiano di sbilanciare la figura
  4. Le spalle del panciotto devono essere ben piatte e stese appena sotto alle punte del colletto della camicia
  5. Nel caso di un gilet associato ad un abito, lo scollo di questo accessorio deve essere più stretto della giacca, per renderlo visibile
  6. Come nel caso della giacca anche per il gilet va lasciato aperto l’ultimo bottone, per fissare il baricentro, evitare lo sbilanciamento della figura e lasciare libertà di movimento. Ma c’è un’eccezione: se il gilet è doppiopetto ed è indossato sotto l’abito da cerimonia, il galateo ordina di allacciare tutti i bottoni, nessuno escluso.

gilet grigio

Elegante o casual: il gilet per tutte le occasioni

Quando si pensa al panciotto lo si associa spesso ad occasioni formali, ma il gilet è stato rimodulato dal mondo della moda anche in versione casual e sportiva.

L’abbinamento classico, però, è senza dubbio quello più scelto per un’occasione speciale. In questo caso la natura elegante del gilet viene fuori al meglio in un abito tre pezzi: pantaloni, giacca e panciotto dello stesso colore e tessuto. Immancabile la cravatta, che deve aggiungere un tocco di colore discordante dallo stile cromatico dell’abito.

Nella versione casual, invece, il gilet si accompagna a camicia e jeans e si adatta benissimo anche a situazioni meno formali. Se optate per questa soluzione ricordatevi di utilizzare bene il fattore contrasto, che sia di colore o di fantasia, o anche, perché no, di tessuto.

gilet nero

Come abbinare il gilet: accessori e tessuti

Cintura o bretelle? Per un effetto più asciutto, meglio preferire, ove possibile, le seconde. La cintura aggiunge, infatti, spessore in vita proprio dove l’accessorio si stringe e può ingannare l’occhio con un effetto troppo rigonfiato.

Infine, un riferimento alla scelta dei tessuti: sì a lana, lino, cotone e tessuti naturali. Il panciotto è un elemento fondamentale dell’abbigliamento “a strati”: il materiale traspirante donerà ulteriore protezione in inverno e non appesantirà il corpo nei mesi più caldi.

Un accessorio antico che si trasforma in un moderno alleato di stile: un semplice gilet Sottotono può fare la differenza, basta fare attenzione alla scelta della taglia, del tessuto e degli abbinamenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *